Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it
company logo

Cerca

Home Il preboggion
Il preboggion PDF Stampa E-mail
Scritto da Marco Gallione   
Martedì 27 Aprile 2010 17:31
Il preboggión o prebugiún è un insieme di erbe selvatiche che costituiscono un ingrediente tipico della cucina ligure. Il termine non è traducibile letteralmente nella lingua italiana, esso deriva probabilmente dal verbo preboggî (o prebugî ), che significa "scottare" in senso culinario. Una credenza popolare vuole che il nome derivi dal fatto che durante una sosta nelle marce, alcuni crociati di Goffredo di Buglione raccogliessero le erbe per preparare la minestra al loro condottiero e alle sue truppe (per Boggion).
Le erbe che compongono questa miscellanea variano da valle a valle e in funzione della stagione. Tra di esse vi sono: cicerbita (lig. scixèrbua, Sonchus oleraceus); grattalingua ([rat]talêgua, Reichardia picroides); raperonzolo (ranpunçu, Campanula rapunculus); radicchio selvatico, (radicion, Cichorium intybus); denti de coniggio (Hyoseris radiata); dente de can( tarassaco); borragine (boraxe, Borrago officinalis); bietola di prato, (gè, Beta vulgaris); ortica (ortiga - Urtica dioica); papavero (papavao - Papaver rhoeas); bell'ommo (Urospermum dalechampli); pimpinella (Sanguisorba minor).
L'erba maggiormente apprezzata è la talaegua: più è presente e migliore risulta il preboggiòn.
E’ importante lo stadio di sviluppo della pianta al momento della raccolta; infatti quasi tutte queste piante non sono cucinabili allo stato adulto, e sono raccolte per il consumo quando la pianta è giovane, spesso quando ha appena formato con le foglie la "rosetta basale", cioè quando non è ancora costituito lo stelo florale o quando questo è ancora tenero.
Benché il loro mercato sia locale, alcuni piatti che con queste si preparano sono noti a livello nazionale, primi fra tutti i pansoti. Non dimentichiamo di dire però che oggi è più difficile reperire in modo tradizionale queste erbe perché sono sempre più rare le persone in grado di riconoscerle.

Come si prepara:

Questa miscellanea di erbe viene semplicemente bollita e condita con olio e limone per accompagnare deliziose focaccette a base di mais; oppure viene utilizzata per il ripieno dei più famosi pansòti (vedi ricetta).
2 Kg di preboggion , 1/2 di patate, 3 spicchi d'aglio, sale olio, grana.
Lavare il preboggiòn ed eliminarne i gambi. Porre le patata a bollire, tagliate a pezzi e sbucciate; aggiungere poi le erbette. Dopo circa 10 minuti scolare, strizzare e passare il tutto in padella con l'olio, gli spicchi d'aglio, ed un pizzico di sale; volendo, aggiungere 2 filetti d'acciuga e una manciata di formaggio di grana. Servire insieme a formaggette o frittelle salate.

Ricetta: Riso con il prebboggion
Ingredienti: 4 mazzi di prebboggion, 1 kg di riso, pesto senza pinoli, olio, sale, pepe.
Preparazione: lavare e tritare le erbette e metterli a bollire per 30 minuti in abbondante acqua salata. Aggiungere il riso e cuocere per altri 10 minuti.
A questo punto versarvi metà del pesto. Far passare 10-15 minuti ancora e servire la minestra con aggiunta del restante pesto, dell'olio crudo e del parmigiano grattugiato.

 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps hosting Valid XHTML and CSS.